CEI - Conferenza Episcopale Italiana - Servizio Informatico - Ufficio Nazionale per i Beni culturali Ecclesiastici e l'edilizia di culto
28/11/2022 Diocesi di Amalfi - Cava De' Tirreni - Inventario dei beni culturali immobili
Chiesa della Santissima Annunziata <Furore>
Data ultima modifica: 19/06/2018, Data creazione: 26/11/2010


Tipologia e qualificazione chiesa sussidiaria


Denominazione Chiesa della Santissima Annunziata


Altre denominazioni Cappella dell'Annunziata


Ambito culturale (ruolo)  maestranze campane (costruzione)
eclettismo (facciata)
neogotico (programma decorativo)



Notizie storiche  XIV - 1924 (preesistenze carattere generale)
In località Marina di Praia esisteva una chiesa dedicata alla Santissima Annunziata risalente probabilmente al XIV-XV secolo. Essa fu ceduta alla fine del XVI secolo ai Domenicani del convento di Santa Maria a Castro che le detennero fino a metà Ottocento. Nel 1924 venne interamente distrutta da un'alluvione. Dalle testimonianze superstiti si evince che aveva una facciata di gusto classicheggiante e un pavimento maiolicato.
1926 - 1931 (ricostruzione intero bene)
Negli anni 1926-1928 la chiesa fu ricostruita sullo stesso sito precedente ma in uno stile architettonico neogotico, recuperando le pochissime strutture rimaste in seguito all'alluvione, tra cui il pavimento della sacrestia. Al 1931 risale l'altare maggiore marmoreo.
1980 - 1985 (restauri intero bene)
Danneggiata dal sisma del 1980, ricevette, nel 1985, integrali opere di restauro, che interessarono gli interni, gli esterni e gli impianti.
2013 - 2015 (rimaneggiamento sacrestia)
Negli anni 2013-2015 sono stati effettuati a più riprese interventi in sacrestia, dove è stata costruita una controsoffittatura in cemento, con volte a crociera e a botte a profilo ogivale.



Descrizione  La chiesa della Santissima Annunziata sorge, unita ad altre costruzioni, in località Marina di Praia, presso la spiaggia del piccolo borgo marinaro tra Furore e Praiano, nella parte terminale di una stretta valle che si apre tra alte e strapiombanti pareti rocciose. Il contesto è costituito da un ambiente marinaro che si sviluppa tra la piccola spiaggia, il molo e la gola retrostante, caratterizzato da una zona di sedime alluvionale percorsa da un torrente e immediatamente circondata da aree rocciose e boscose, con una edificazione a servizio delle attività marinare e turistiche. La chiesa è compresa in un piccolo complesso architettonico alla destra del torrente, su cui prospetta la sua facciata eclettica, preceduta da un piccolo sagrato-terrazza. L'interno si compone di un invaso unico a pianta rettangolare e a sviluppo liturgico longitudinale, in cui il presbiterio occupa la parte di fondo. Le pareti presentano un'articolazione architettonica di gusto neogotico, con un ritmo di arcate ogivali di dimensioni alterne, fatte di larghe cornici. Alcune di tali arcate ospitano nicchie laterali. Non sono presenti altri motivi ornamentali. La superficie è trattata ad intonaco civile in colori tenui. Sul lato sinistro della chiesa è situata la sacrestia. L'illuminazione interna naturale proviene da piccole finestre rettangolari poste in altro nella navata e dalla lunetta del portale.

Pianta
La pianta della chiesa è a schema longitudinale e si compone di una sola sala rettangolare (sebbene poco sviluppata in lunghezza). L'ingresso è unico, centrale in facciata ed in asse all'aula. Il presbiterio è ubicato nell'area terminale dell'aula dove è situato il nuovo altare su predella, senza alcuna suddivisione architettonica. Le pareti laterali sono articolate mediante spesse cornici ed incavi, alcuni dei quali adattati a nicchie. Alla sacrestia si accede da un varco nella parete sinistra.
Facciata
La facciata della chiesa, di gusto eclettico, ha una conformazione classica ed una decorazione neogotica. Essa si sviluppa ad un solo livello tripartita mediante larghe cornici che formano arcate ogivali; quella centrale, di minori dimensioni, ospita il portale d'ingresso, quelle laterali sono cieche. Il portale è sormontato da una lunetta ogivale con vetri colorati. A destra della facciata è presente una lesena a capitello stilizzato, come delimitazione. La sommità è costituita da una sobria trabeazione che accoglie un frontone triangolare. A sinistra sorge un corpo di fabbrica, leggermente avanzato, corrispondente alla sacrestia; anch'esso adornato da arcate ogivali, entro cui si apre una finestra. Al di sopra di tale corpo (a destra) sorge una singolare vela campanaria a torretta lateralmente cura, con un'ampia monofora ad arco acuto e pinnacoli laterali. La superficie è trattata ad intonaco civile bianco e rosa chiaro.
Pavimenti e pavimentazioni
La pavimentazione della chiesa è in marmette di graniglia nelle tonalità del bianco e del grigio, a scacchiera, con greca decorativa lungo i bordi. La predella dell'altare è in marmo. La pavimentazione della sacrestia è in maiolica decorata a vivaci motivi floreali nelle tonalità del giallo e del verde.
Coperture
La copertura dell'aula sacra è composta da solaio piano. La copertura della sacrestia è composta da una volta a botte lunettata e da una volta a crociera, entrambe a sesto acuto. L'esterno è composto da tetto a due falde spioventi (aula sacra) e terrazzo piano (sacrestia).
Sacrestia
La sacrestia è composta da un ampio ambiente ad L, disposto sulla fiancata sinistra della chiesa, al cui centro si apre il varco di accesso. In sacrestia è anche presente un antico pozzo in muratura.
Impianto strutturale
L'impianto strutturale si compone di muratura continua portante con orizzontamenti piani (in ferro e laterizi). In sacrestia è presente una controsoffittatura voltata in cemento armato. La struttura del tetto è in legno.
Sagrato
Il sagrato è costituito da un terrazzino rettangolare accessibile mediante una breve rampa di scale (disposta a sinistra, parallela alla facciata), con recinzione laterale in ferro, prospettante sull'area più interna della spiaggia.



Adeguamento liturgico  presbiterio - intervento strutturale (1970)
L'adeguamento liturgico, effettuato nei primi anni '70, è consistito nell'ampliamento della predella antica (allungandola in avanti) e nel ridimensionamento dell'altare preconciliare, dal quale sono stati asportati il paliotto e la mensa. Il nuovo altare, realizzato in marmo a forma scatolare con il reimpiego dell'antico paliotto e mensa superiore, è collocato al centro del nuovo spazio della predella. Mancano ambone e sede presidenziale.






Collocazione geografico - ecclesiastica


Regione Ecclesiastica Campania
Diocesi di Amalfi - Cava De' Tirreni
Zona Pastorale Costiera - Forania di Positano
Parrocchia San Luca Evangelista

via Marina di Praia - Furore (SA)


Edifici censiti nel territorio
dell'Ente Ecclesiastico

Tutti i dati sono riservati. Non e' consentita la riproduzione, il trasferimento, la distribuzione o la memorizzazione di una parte o di tutto il contenuto delle singole schede in qualsiasi forma. Sono consentiti lo scorrimento delle pagine e la stampa delle stesse solo ed esclusivamente per uso personale e non ai fini di una ridistribuzione.