CEI - Conferenza Episcopale Italiana - Servizio Informatico - Ufficio Nazionale per i Beni culturali Ecclesiastici e l'edilizia di culto
29/9/2022 Diocesi di Udine - Inventario dei beni culturali immobili
Chiesa dello Spirito Santo <Pertegada, Latisana>
Data ultima modifica: 04/06/2020, Data creazione: 8/6/2011


Tipologia e qualificazione chiesa parrocchiale


Denominazione Chiesa dello Spirito Santo


Altre denominazioni Chiesa di Spirito Santo


Ambito culturale (ruolo)  maestranze friulane (costruzione)



Notizie storiche  XVI - XVI (preesistenze Intero bene)
Una primitiva chiesetta, a navata unica, esisteva nelle vicinanze. Ritenuta nei secoli successivi troppo piccola venne demolita per ricostruirne un'altra di più grandi dimensioni.
1904 - 1904 (costruzione torre campanaria)
Il campanile è eretto dai parrocchiani nel 1904.
1933 - 1933 (ricostruzione intero bene)
Su progetto dell'architetto Giovanni Santi di Gonars la chiesa è ricostruita su un terreno comperato dai parrocchiani.
1934 - 1934 (consacrazione intero bene)
La chiesa fu consacrata nel 1934 dall'arcivescovo Giuseppe Nogara.
1948 - 1948 (restauro torre campanaria)
Il campanile è oggetto di un intervento di restauro e stabilizzazione statica.
1970 ca - 1970 ca (restauro torre campanaria)
Danneggiato da un fulmine è restaurato a cura degli Alpini.
2006 - 2007 (restauro torre campanaria)
La torre campanaria è oggetto di un intervento di restauro e e risanamento conservativo.



Descrizione  Edificio basilicale a tre navate in stile neo-romanico, orientato, con sedime al livello del piano stradale. L'intero edificio è in mattoni faccia a vista. Corpo centrale più alto con navate laterali; presbiterio senza soluzione di continuità a conclusione trilatera; corpo basso della sacrestia con locale caldaie annesso a meridione in parte inglobante la navata laterale sino all'innesto fra presbiterio e abside. Torre campanaria, autonoma e antistante la chiesa situato dall'altra parte del piazzale nei presi della originaria cappella. Prospetto principale tripartito con fascia marcapiano bianca in quadrotti sulla quale, e partitura centrale a cuspide quale bianca nicchia sottosquadro intonacata di bianco dalla finestratura a trifora e rosone iscritti entro il piano ribassato ad arcone a tutto sesto. La fascia basamentale è in mattoni messi in opera su corsi sfalsati; in essa si aprono i tre portali, nelle ali laterali i due minori entro doppia strombatura arcuata sovrastati da oculo e nella parte centrale quello principale entro tripla strombatura arcuata. Gli spioventi in sottogronda sono decorati da un’ampia fascia decorata in mattoni a doppia dentellatura nelle porzioni laterali e in tripla dentellatura in quella centrale. Le pareti di facciata eccedono i culmini delle coperture dei tetti. L'interno ha soffitto capriate, arcarecci e tavelle in cotto a vista con; le superfici sono intonacata in cromia bianca; lo spazio della navata centrate è scandito in tre moduli inquadrati da pilastri con paraste salienti in mattoni rossi faccia a vista, ai cui lati si addossano semicolonne lapidee corinzie a reggere le due arcate in mattoni rossi faccia a vista su colonna centrale; al di sopra il duplice corso di mattoni che delineano il cornicione a correre, sormontato dai corrispondenti arconi in mattoni in cui si aprono tre oculi. Le navate laterali sono scandite in corrispondenza dei pilastri e delle colonne da arcate in mattoni a vista collegati a paraste trilatere in mattoni, e non sono collegati al soffitto ligneo a vista (forse perché un tempo era presente un controsoffitto); in ognuna delle cinque campate una monofora ad arco a tutto sesto. Oltre la mezzeria delle navate laterali si aprono, contrapposti, a settentrione l'ingresso secondario e a meridione l'accesso alla sacrestia. Ciascuna navatella è conclusa nella testata da un altare. Il fonte battesimale è a meridione in prossimità dei gradini di accesso al presbiterio. Il presbiterio, rialzato di tre gradini, prospetta tramite l'arcosanto a tutto sesto; soffitto a vista in travatura lignea; le pareti sono decorate dalla prosecuzione della fascia entro doppio corso di mattoni, ciascuna con un oculo in linea con quelli della navata centrale; nell'abside trilatera in basso due monofore laterali e al di sopra tre oculi. La controfacciata ripropone il gioco delle linee orizzontali e verticali in cotto su parete intonacata di bianco. Il pavimento è in piastrelle quadrate in cotto disposte a losanga.

Coperture
In coppi.
Prospetto principale
Prospetto principale tripartito con fascia marcapiano bianca in quadrotti sulla quale, e partitura centrale a cuspide quale bianca nicchia sottosquadro intonacata di bianco dalla finestratura a trifora e rosone iscritti entro il piano ribassato ad arcone a tutto sesto. La fascia basamentale è in mattoni messi in opera su corsi sfalsati; in essa si aprono i tre portali, nelle ali laterali i due minori entro doppia strombatura arcuata sovrastati da oculo e nella parte centrale quello principale entro tripla strombatura arcuata. Gli spioventi in sottogronda sono decorati da un’ampia fascia decorata in mattoni a doppia dentellatura nelle porzioni laterali e in tripla dentellatura in quella centrale. Le pareti di facciata eccedono i culmini delle coperture dei tetti.
Pavimenti e pavimentazioni
Il pavimento è in piastrelle quadrate in cotto disposte a losanga.



Adeguamento liturgico  presbiterio - intervento strutturale (1980 ca.)
Asportate le balaustre.
altare - aggiunta arredo (1980 ca.)
A cassa, ligneo.
ambone - aggiunta arredo (1980 ca.)
A Ligneo a leggio.
cattedra - aggiunta arredo (1980 ca.)
Sedia in asse.
fonte battesimale - intervento strutturale (1990 ca)
Antistante il presbiterio nell'angolo di destra.






Collocazione geografico - ecclesiastica


Regione Ecclesiastica Triveneto
Diocesi di Udine
Parrocchia di Spirito Santo

Pertegada, Latisana (UD)


Edifici censiti nel territorio
dell'Ente Ecclesiastico


Altre immagini
Tutti i dati sono riservati. Non e' consentita la riproduzione, il trasferimento, la distribuzione o la memorizzazione di una parte o di tutto il contenuto delle singole schede in qualsiasi forma. Sono consentiti lo scorrimento delle pagine e la stampa delle stesse solo ed esclusivamente per uso personale e non ai fini di una ridistribuzione.